Cosa Facciamo

Symphonia del Respiro ti parla del Rebirthing Tranpersonale come Respiro Introspettivo Consapevole

Il respiro è l’azione più importante e naturale della nostra vita. Questa è una certezza, ciò che però forse ignoriamo è che possiamo imparare a respirare, in modo consapevole e armonioso, per trovare il nostro benessere e la tranquillità. Respirare per riscoprire la vita.

“Rebirthing Transpersonale” è un nome imponente, che definisce un insieme di tecniche per imparare a respirare in modo consapevole e armonioso. Letteralmente “Rebirthing Transpersonale” significa: Rinascita introspettiva consapevole e ci permette di scoprire e conoscere noi stessi, in modo più profondo, ci consente di vivere meglio la nostra vita.

Il Respiro Introspettivo Consapevole, ci insegna a respirare con l’anima, creando una connessione amorevole e armoniosa tra il cuore, l’anima e il corpo.

Cosa Facciamo 1
Cosa Facciamo 2

Il Respiro Introspettivo Consapevole ci permette di scoprire la differenza tra respirare per “sopravvivere” e respirare per “vivere”. Esso si fonda su una tecnica di respirazione intensa, profonda e prolungata che ci dona il benessere del corpo e dello spirito, per ritrovare la salute, l’armonia e la gioia di vivere.

Imparare a respirare in modo consapevole e armonioso ci permette di migliorare, in modo decisivo, l’ossigenazione del sangue, fondamentale per il corretto funzionamento di tutti gli organi del nostro corpo, aumentando le difese immunitarie, la salute generale e l’armonia della mente.

I benefici più comunemente riscontrati sono: benessere generale, più energia, l’incremento della vitalità, della creatività, della presenza di spirito e della gioia di vivere.
Un miglioramento significativo della salute generale, con la scomparsa dei sintomi del dolore, (come emicranie, nevriti, dolori cervicali et cetera), dei disturbi psicosomatici e del sonno.

Sono evidenti un maggior equilibrio emotivo e la più profonda conoscenza di sé, che conferiscono maggiore capacità di esprimere sé stessi e i propri sentimenti, donando maggiore fiducia e sicurezza in sé e nelle proprie qualità, abilità e risorse.

Perché imparare a respirare:

La vita di oggi, con i suoi ritmi veloci e frenetici ci fa vivere nello stress, che compromette la nostra capacità di respirare. Lo stress, che è sinonimo di “paura” nel senso più ampio (paura di non farcela, di non essere o fare abbastanza, di non riuscire a far fronte alle spese o agli impegni della vita, del lavoro et cetera) provoca malessere psicologico che si riversa sul corpo, in malessere fisico, nelle forme più svariate.

Le forme di stress più comuni tra tutte sono la preoccupazione, l’agitazione, la tensione e le arrabbiature, tutte ci fanno perdere la tranquillità facendo contrarre, anche il corpo. Quando siamo stressati, la nostra mente è costantemente concentrata sul “problema” che ci turba e questo si riflette sul corpo che diventa rigido e tirato.

La prima cosa che accade è che il diaframma si contrae ed il respiro si fa più corto e affannato, l’ossigenazione generale del nostro corpo diminuisce, peggiorando il nostro stato di salute, a questo punto spesso compaiono dei sintomi come disturbi della digestione, del sonno, della concentrazione e molti altri.

Lo stress ci fa respirare male.

Benché antiche saggezze, giunte fino al nostro tempo, quando ci troviamo di fronte a un problema, ci suggeriscano di fermarci, chiudere gli occhi e “respirare”, in realtà non diamo a questo concetto fondamentale e risolutivo la giusta attenzione.

Tendiamo a cercare soluzioni complicate per i problemi, quando in realtà le soluzioni più efficaci, sono sempre molto più semplici e naturali, di quanto si pensi.

“Respirare” è la più importante ed efficace di tutte, da tutti i punti di vista. “Respirare” in modo consapevole per trasformare la nostra vita in una sinfonia meravigliosa.

Il Respiro Introspettivo Consapevole, ci permette di scoprire i ritmi, naturali e armoniosi del nostro respiro. Respirando in modo consapevole ci accendiamo e prendiamo a risplendere di tutta la nostra luce naturale, scoprendo di percepire noi stessi e il nostro corpo, in modo profondo e siamo in grado di concentrare la nostra attenzione su noi stessi, donandoci equilibrio e armonia.

Respirare in modo consapevole è un gesto d’amore verso noi stessi.

Cosa Facciamo 3

IL RESPIRO È VITA

E la vita è respiro: respirare consapevolmente ci connette con il nostro corpo e la nostra anima. Ogni cellula, particella e atomo del nostro corpo è parte dell’Universo.
Il respiro è il ponte che ci collega al Cosmo.
Il respiro dona consapevolezza, conoscenza, salute e benessere.
Il respiro è rinascita fisica e risveglio psichico ed emozionale.

Imparare a respirare in modo corretto è imparare a vivere meglio con sé stessi e con gli altri. Il Rebirthing, cioè “rinascita” è la disciplina che, attraverso il respiro, ci aiuta a ritrovare noi stessi, facendoci sentire di essere rinati a nuova vita e attivando, in noi i meccanismi dell’autoguarigione.

Perchè Transpersonale?

Il Rebirthing Transpersonale è una tecnica respiratoria, che ci conduce alla scoperta di noi stessi, sempre più profondamente. Non è possibile spiegare, in modo comprensibile, cosa ciò significhi, senza avere fatto esperienza diretta.

Il sapere comune, della vita di tutti i giorni, ci spinge a “credere” che l’essere umano consista principalmente nel “proprio corpo”, spingendoci ad identificarci con esso. Questa credenza, molto ben radicata, viene favorita e fortificata da molti aspetti, che ci circondano tutti i giorni, anche senza che ce ne accorgiamo.

L’attenzione viene indirizzata e concentrata sull’aspetto fisico delle persone da immagini, dalla tv, su internet et cetera. Siamo abituati a “guardare” il corpo, il nostro e quello degli altri e a formare, opinioni e giudizi, basandoci sul suo apparire.

Al contrario delle credenze convenzionali, noi siamo molto di più. Siamo abituati a soffermarci sulla “superficie”, limitandoci a vivere un’esistenza monodimensionale e povera di consapevolezza.

Questo genere di esistenza superficiale, ci fa perdere di vista ciò che è davvero importante, noi stessi, la nostra interiorità e quella delle persone con cui interagiamo. In realtà, il nostro corpo è la nostra “casa”.

Il nostro corpo è il mezzo, che l’esistenza ci ha messo a disposizione, per muoverci attraverso la vita, per accumulare esperienze e comprendere “chi siamo veramente”.

Per poter comprendere, che in noi, c’è molto di più della sola “apparenza”, abbiamo un unico mezzo, la percezione. Nessuno ci può “raccontare” a parole, che dentro di noi c’è la nostra essenza, la nostra anima, che è ciò che noi siamo, dobbiamo “percepirla” per divenirne consapevoli, per saperlo.

In verità è molto semplice “percepire” la propria essenza, basta chiudere gli occhi e concentrarsi su ciò che sentiamo dentro di noi, le emozioni, i sentimenti, tutte le sensazioni che proviamo, ci svelano che siamo un’essenza che abita nel nostro corpo in un’unica confezione: l’essere umano.

Nel corso dei secoli sono state scoperte e messe a punto molte tecniche e discipline allo scopo di conoscere sé stessi sempre più profondamente, una di queste, molto semplice da mettere in pratica, ma anche molto potente, è il “Rebirthing Transpersonale”.

Il termine “Rebirthing Transpersonale” significa per noi, nella nostra esperienza: Rinascita Introspettiva Consapevole. Questo significa che, attraverso il respiro, siamo in grado di prendere coscienza di noi stessi, di scoprire la nostra essenza e di imparare a conoscerci, nella nostra più completa interezza.

Non ha importanza a quale religione apparteniamo, quali siano le nostre credenze e convinzioni riguardo qualsiasi aspetto della vita, poiché il Respiro Introspettivo Consapevole ci permette di approcciare noi stessi semplicemente come “esseri umani”, attraverso la più importante di tutte le funzioni vitali, il respiro.

Il Respiro Introspettivo Consapevole è un’antica forma di respirazione, proveniente dall’India, che ha origine dal Pranayama e dal Pranapanagati. “Pranayama“ è un termine Sanscrito composto da due parole, “Prāna“ che significa “forza vitale“ e “āyāma“, che significa “estendere, tirare fuori, trattenere dentro di sé e controllare”. Il significato di Pranayama è “estensione del respiro” o meglio “estensione della forza vitale”.

“Pranapanagati”, o respiro circolare, viene citato anche nella Bhagavad Gita, il principale testo sacro dell’Induismo, come segue: “Lo Yogi che immette il respiro inalante nel respiro esalante, e il respiro esalante nel respiro inalante, il Pranapaganati porta la vita e la morte sotto il suo controllo e giunge alla Conoscenza trascendente”.

Da un punto di vista scientifico, sappiamo che il respiro nutre il nostro organismo, portando l’ossigeno in tutte le nostre cellule, ma osservando questa funzione in modo più ampio, ci rendiamo conto che, attraverso il respiro, portiamo la vita e la consapevolezza della nostra esistenza in tutto il nostro essere.

Durante la Respirazione Introspettiva Consapevole, infatti, è possibile sperimentare stati estatici accompagnati da chiarezza sulla natura e sul significato dell’esistenza, da luce e gioia interiore, da un senso di felicità e libertà, dallo stupore di fronte alle profondità della coscienza e dalla percezione che non esiste separazione, e che siamo uno con tutto e che tutto è parte di un’unica cosa, il Tutto è Uno (“All is One”, in Inglese).

Durante la pratica del Respiro Introspettivo Consapevole, ci si pone come “osservatori” di sé stessi senza interferire, per mezzo della mente, con tutto ciò che si sente affiorare dentro di sé.

Il corpo si rilassa e si dischiudono i blocchi e le chiusure involontarie e spesso inconsapevoli, che i nostri pensieri e le nostre credenze hanno prodotto nel corso della nostra vita, permettendoci di accogliere l’energia vitale, che permetterà alla mente di calmarsi ed armonizzare con il corpo emotivo, favorendo così la manifestazione di esperienze di tipo spirituale.

Si possono vivere esperienze interiori di gioia e amore, ed è possibile riconoscersi come parte del tutto é uno, in un’esperienza introspettiva profonda che permette di entrare in una vibrazione di verità, armonia e amore.

Chi ha fatto l’esperienza di una terapia psicologica, sa che essa consiste principalmente nell’analisi cosciente degli avvenimenti e dell’insieme dei propri pensieri e sensazioni, al fine di comprendere e risolvere i propri problemi e disturbi con l’aiuto del terapeuta, che affianca e guida il paziente nel suo viaggio autoanalitico.

Il Respiro Introspettivo Consapevole, ci permette di viaggiare all’interno di noi stessi, come “spettatori” di sé, semplicemente “ascoltando” e “percependo” tutto ciò che in noi si manifesta. Questo ci permetterà di prendere coscienza di ciò che affiorerà, di comprendere noi stessi e di risolvere problematiche e disturbi in modo armonioso e naturale.

Il Rebirthing Transpersonale è una tecnica potentissima, che ci permette di guarire noi stessi, respirando e osservando noi stessi dall’interno.

Il Rebirthing è stato reintrodotto nel Mondo Occidentale dall’Americano Leonard Orr, negli anni ’70.

In Italia questa tecnica è stata sviluppata come metodo specifico, in linea con i principi della Psicologia Transpersonale (differenziandosi dalle scuole di origine statunitense) dal Dott. Filippo Falzoni Gallerani, utilizzandola come “terapia” per i molteplici disturbi psico-fisici causati da traumi, tra cui quello della nascita. Rebirthing, rinascere, vuole dire portare in superficie memorie legate al momento della propria nascita, integrarle e possibilmente liberarsene.

È opinione abbastanza comune tra gli studiosi, che molti problemi, paure, ansie, disadattamenti et cetera abbiano inizio proprio in occasione di quell’evento. Si tratta quindi di compiere un lavoro su sé stessi, permettere a ciò che era da lungo tempo sepolto, di riemergere e venire alla luce. Nella psicanalisi questo lavoro di ricerca interiore viene condotto principalmente utilizzando la mente per analizzare miratamente, nel Rebirthing si fa un passo oltre, si attinge direttamente alla psiche per mezzo del respiro.

Il Rebirthing Transpersonale è il metodo che ci porta a un rapido processo di autoguarigione e di risveglio interiore per la soluzione di molti disturbi come l’ansia, la depressione e gli attacchi di panico e induce a una profonda liberazione dai blocchi e dalle tensioni, restituendo vitalità ed equilibrio.

Si dimostra un potente strumento che permette di entrare in contatto con stati non ordinari di coscienza, o stati meditativi, favorendo lo sviluppo della consapevolezza e dell’intuizione. La Psicologia Transpersonale è indirizzata a qualcosa che va oltre l’io.

È il viaggio di esplorazione nel mondo interiore fatto di sensazioni, emozioni e percezioni, che conducono verso l’indagine introspettiva, passando attraverso esperienze di radicale trasformazione per giungere alla dimensione transpersonale, il luogo delle qualità spirituali e della vera natura dell’individuo.

Il Respiro Transpersonale aiuta l’individuo a liberarsi dal conflitto interiore e dal chiacchierio mentale che conduce a percezioni distorte e condizionate della realtà, riconoscendo il suo Sé Transpersonale e la sua natura profonda. La respirazione circolare senza pausa è un mezzo potente per entrare in contatto con il proprio Sé Transpersonale, dove è contenuta la nostra vita per intero.

Le memorie che affioreranno praticando il Respiro Introspettivo Consapevole saranno di varia natura, potranno comparire sotto forma di immagini, sensazioni fisiche, odori, suoni, colori, calore et cetera. Le memorie che affioreranno potranno essere di varia natura, tuttavia, di qualsiasi natura essi siano, il rebirther, assistente alla Respirazione Introspettiva Consapevole, ci aiuterà a vivere questi momenti in modo calmo, rilassato e distaccato.

In questo modo sarà possibile far emergere con delicatezza tutti quei contenuti psichici quali: traumi, ansie, fobie et cetera che nel nostro presente ci ostacolano dal vivere una vita piena e soddisfacente. Respirando sarà possibile imparerà l’arte di sapersi ascoltare e di essere in sintonia e in armonia con sé stessi.

Questo nuovo modo di percepire sé stessi avrà effetti benefici su tutti gli aspetti della nostra vite e su tutte le nostre relazioni, in primo luogo quella con noi stessi. Saremo in grado di percepire le cose per come realmente sono e non come noi le immaginiamo.

symphonia del respiro blog realta coscienza sabrina angoli
Cosa Facciamo 4

Questa nuova percezione di noi stessi ci permetterà di sciogliere molti dubbi esistenziali, anche di natura religiosa e spirituale. Sarà possibile riscoprire la spinta verso l’Amore per noi stessi, sentendo così rinascere in sé l’empatia, la comprensione e la compassione verso il mondo esterno, dapprima per le persone più vicine, coniuge, genitori, figli, amici et cetera e poi anche per tutti gli altri esseri umani e le creature viventi.

Sarà possibile comprendere profondamente che non è possibile “cambiare” gli altri e il Mondo, che abbiamo solo il potere di modificare noi stessi e che attraverso i nostri cambiamenti possiamo rendere il Mondo migliore. Migliorando noi stessi dall’interno ci renderemo conto che il Mondo che ci circonda sarà migliorato con noi.

La Respirazione Introspettiva Consapevole si svolge prendendo una posizione comoda e rilassata, da sdraiati, si porterà l’attenzione sul proprio addome e a questo punto si inizierà a respirare “coscientemente”, ovvero compiendo le azioni in modo intenzionale e di propria volontà, con la consapevolezza di ciò che si sta facendo. Sarà possibile notare che all’atto dell’inspirazione l’addome si solleverà e all’atto dell’espirazione si abbasserà, si continuerà ad effettuare questa respirazione osservando e percependo il proprio corpo per qualche minuto. In seguito si potrà far espandere il respiro “nato” nell’addome anche nel torace.

In questo modo la respirazione sarà completa, addome e torace. A questo punto avrà inizio la respirazione circolare, vera e propria, che consiste nell’inspirare ed espirare senza pause, creando cioè una connessione tra i due moti respiratori, inspirazione ed espirazione si fonderanno l’una nell’altra. Sarà possibile avvertire molteplici sensazioni, durante la Respirazione Introspettiva Consapevole, che culmineranno in una forte sensazione di rilassamento al termine del ciclo respiratorio.

Tutto il lavoro della Respirazione Introspettiva Consapevole si basa sul respiro, poiché corpo e mente sono intimamente legati in un’unica cosa, pertanto gli effetti che si avranno sul corpo, avranno effetto anche sulla mente psiche.

La Respirazione Introspettiva Consapevole, o respirazione circolare, è quindi un efficace mezzo di purificazione, di detossificazione del nostro Essere per intero.

La relazione con l’assistente alla Respirazione Introspettiva Consapevole è anch’esso molto importante, perche’ crea un rapporto armonioso e di fiducia, che aiuta il processo respiratorio a raggiungere una presa di coscienza di sé con naturalezza.

È molto importante comprendere che il Rebirther, l’assistente alla Respirazione Introspettiva Consapevole, non è lì per esprimere giudizi di alcun genere, e che il suo compito non sarà nemmeno quello di fornire delle risposte.

L’assistente alla Respirazione Introspettiva Consapevole è una persona che ha fatto, in prima persona l’esperienza della scoperta di sé attraverso il respiro e che quindi può comprendere completamente ciò che si sta vivendo ed il suo compito è quello di guidare ad effettuare correttamente le tecniche respiratorie, tuttavia potrà ascoltare e dialogare con noi, riguardo alle sensazioni, emozioni ed effetti dell’esperienza che si stanno facendo.

Tutte le risposte alle proprie domande, soggettive ed individuali, uniche per ognuno di noi, potranno emergere spontaneamente e in modo naturale. Sarà possibile riconoscere tali risposte e scoperte come proprie, grazie anche alla potente sensazione di verità che sarà ad esse collegata.

Tutto questo avrà il potere di rafforzare la persona nel suo intimo, aumentando la fiducia in sé e di conseguenza la propria autostima, migliorando così la qualità della vita e delle relazioni.

Quanto segue è stato redatto dal Dott. Filippo Falzoni Gallerani:

Il Rebirthing ad Approccio Transpersonale si basa su un semplice potente metodo di respirazione intensa che induce stati non ordinari di coscienza, che offrono un grande potenziale di trasformazione, autoguarigione e risveglio della consapevolezza.

Il Rebirthing Transpersonale è lo strumento ideale per un approccio all’uomo.
Permette di risolvere le tensioni ed i blocchi dei livelli, fisico, emotivo, mentale per poi condurre ad esperienze interiori profonde dal grande potere trasformativo. Così con una pratica semplice e priva di controindicazioni possiamo osservare l’autoguarigione di un’infinità di disturbi psicosomatici, – la soluzione di problematiche della personalità, una migliore integrazione dell’io

Il Rebirthing Transpersonale differenze con gli altri metodi

Altri sentieri si sforzano di raggiungere qualcosa, l’autoindagine cerca colui che fa lo sforzo.

(Ramana Maharshi)

C’è una sostanziale differenza tra il Rebirthing ad Approccio Transpersonale e altri modi d’applicazione del Rebirthing. Il Rebirthing Transpersonale evita attentamente qualunque approccio manipolativo, non propone il tema dell’esperienza, né cerca di dirigere le sedute verso specifici scopi. Nel Rebirthing Transpersonale sono facilitate le esperienze catartiche spontanee che possono avere come effetto la soluzione di problemi legati al trauma della nascita o i problemi dell’autostima ecc. ma nello stesso tempo si è ben attenti a non influenzare in alcun modo lo spontaneo dischiudersi delle esperienze individuali, diverse per ciascuno, secondo la fase e il livello che si attraversa.

Il Rebirthing ad Approccio Transpersonale porta al risveglio dell’energia e alla sintonia con la vita. Permette Il respiro intenso risveglia all’energia-coscienza e permette reazioni e risposte spontanee, e conduce alla dimensione transpersonale dell’essere. Più che pensieri positivi porta al risveglio oltre il pensiero, allo sviluppo della presenza mentale e della consapevolezza di sé.

Il Rebirthing Transpersonale offre una tecnica per accedere a stati non ordinari di consapevolezza. Non si limita a teorizzare o comprendere solo intellettualmente dei concetti. Nel confronto cosciente con i nodi non risolti catarsi e trascendenza si integrano.

Il cammino dell’autoindagine è indicato dai grandi maestri in ogni tempo e cultura e una sua sintesi coerente è espressa dalla Filosofia Perenne e dalla Psicologia Transpersonale che ne è l’espressione moderna nata dalla sintesi della prima con i nuovi paradigmi scientifici. Con questa prospettiva la respirazione è la via maestra alla conoscenza del Sè e alla salute Olistica.